Stella, l’ebrea salvata dai polacchi

Da quest’anno in Polonia il 24 marzo sarà il Giorno dedicato alla memoria dei polacchi che hanno soccorso gli ebrei durante l’occupazione nazista. Per raccontare la nobiltà d’animo e il coraggio di molti polacchi, l’Istituto della Memoria nazionale ha organizzato in tutto il paese un ricco calendario di iniziative. Fra …

La Polonia e l’antisemitismo. Perché tornarci sopra?

Una nuova legge punisce chi accusa la Polonia di nazismo. Aprendo così una controversia con altri paesi. Ma basta la minaccia di reato per salvaguardare la verità storica? Il cortocircuito di un’identità nazionale alla prova del tempo. «Per gli ebrei, la miglior strategia per sopravvivere era il campo di concentramento, …

Romeo e Giulietta nel lager. La storia di Inge e Heinz

La nostra storia comincia nell’estate del 1941, quando le truppe naziste raggiungono i paesi baltici «sostituendosi» al regime sovietico e vanificando le speranze di un ritorno all’indipendenza. In particolare, la Germania intende sfruttare le miniere estoni di scisto bituminoso (indispensabile per far fronte alla carenza di petrolio), e vuole trasformare …

Oskar Schindler, too good a friend of the Jews to be a friend of the Communists

Oskar Schindler was called “the swindler” – for a schindler-swindler pun – by the inhabitants of Svitavy, the Moravian town where he was born in 1908 and where Germans from the Sudetenland (the majority), Czechs and Jews lived together. Oskar had a rather turbulent childhood. He already liked engines and …

Oskar Schindler, troppo amico degli ebrei per piacere ai comunisti

Oskar Schindler “il mascalzone”, lo chiamavano – con il gioco di parole schindler-schwindler – gli abitanti di Svitavy, la cittadina morava dov’era nato nel 1908 e dove convivevano tedeschi della regione dei Sudeti (in maggioranza), cechi ed ebrei. Oskar ha un’infanzia piuttosto turbolenta, gli piacciono i motori e la vita …