Le croci scomode di Kuropaty

Con le sue tipiche reazioni isteriche, il tiranno bielorusso Lukašenko (che ha leccaculi sparsi anche tra le rappresentanze diplomatiche bielorusse in Italia) non sopporta le spinte provenienti dalla società civile. Agendo secondo la tipica mentalità sovietica, le autorità bielorusse si sono dimostrate ancora una volta incapaci di dialogare con la …

Una Festa poco patriottica

Un regista russo ha rilanciato il samizdat, questa volta cinematografico, girando un film dissacrante con mezzi propri e lanciandolo su youtube invece che nei cinema. La cultura indipendente non demorde, mostrando che si possono creare degli spazi liberi. Con qualche sacrificio. La blokada, l’assedio di Leningrado, durato dall’8 settembre 1941 …

La tragica deportazione dei tatari di Crimea

Abbiamo assistito all’ennesima porcheria che si è permessa la tv russa durante l’Eurovision», ha dichiarato Boris Višnevskij, deputato pietroburghese di «JaBloko», quando sul primo canale hanno detto che la canzone 1944 di Jamala, vincitrice dell’edizione 2016 del concorso canoro internazionale, era dedicata «alla memoria di coloro che hanno lasciato le …

Perm’ 36: il memoriale chiude?

«Perm’-36», l’unico museo-memoriale del GULag in tutto il territorio russo, rischia la chiusura. Il 10 giugno la sede regionale dell’associazione Memorial e l’Unione delle vittime delle repressioni politiche di Perm’ hanno diffuso un appello al governatore Basargin in cui esprimono preoccupazione per le sorti del museo. Come si legge nella …

I “miti” sul GULag e l’Urss di Stalin. La Russia riscrive la sua storia

Tanja dai capelli rossi, sguardo un po’ assonnato, fa la storica e vive a Ekaterinburg – pardon: Sverdlovsk, per i nostalgici. Mi scrive in un inglese un po’ stentato ma chiaro: «Naturalmente ho letto Solženicyn e altri autori del dissenso, i loro libri erano materia scolastica… Io sono nata quando …