Černobyl’, la verità impietosa

L’uscita della miniserie televisiva sul disastro di Černobyl’ ha suscitato molto interesse sui media russi. Le reazioni sono state varie, dal rammarico per essersi fatti «sorpassare» dal cinema yankee, all’apprezzamento per la fedeltà della ricostruzione, all’invettiva «patriottica» in difesa del passato sovietico. Quello che per lo spettatore occidentale è la …

Le repressioni staliniane viste con occhi di bambini

Il portale russo Bessmertnyj Barak, che si occupa di raccogliere e conservare la memoria storica delle vittime delle repressioni staliniane, ha pubblicato alcuni suggerimenti di letture destinate a un pubblico di età scolare e aventi come tema proprio la storia delle repressioni viste con occhi di bambini. Sono strumenti interessanti, …

I sacri incontri di Solženicyn nell’Arcipelago GULag

Dieci anni dalla scomparsa di Aleksandr Solženicyn e, a dicembre, il centenario della nascita. Inutile tentare in poche battute di tracciarne figura e opera, ne uscirebbe uno scempio. C’è però una traccia che vorremmo offrire ai lettori che vogliano avvicinarsi alla lettura almeno di uno dei suoi testi più famosi, …

Dagli archivi segreti ucraini: il KGB e la grande carestia

Due informative del KGB sulla «propaganda occidentale» che rompeva il muro di silenzio su uno dei peggiori crimini staliniani: la carestia degli anni Trenta, che provocò milioni di morti e resta fonte di discussione e scontro politico. I servizi segreti ucraini (SBU) hanno pubblicato due informative dell’ultimo direttore del KGB …

La tragica deportazione dei tatari di Crimea

Abbiamo assistito all’ennesima porcheria che si è permessa la tv russa durante l’Eurovision», ha dichiarato Boris Višnevskij, deputato pietroburghese di «JaBloko», quando sul primo canale hanno detto che la canzone 1944 di Jamala, vincitrice dell’edizione 2016 del concorso canoro internazionale, era dedicata «alla memoria di coloro che hanno lasciato le …