L’accademia clandestina nella Praga «normalizzata»

A volte si ha l’impressione che in Occidente i «circoli del dissenso» fossero considerati l’espressione di un’élite, alla quale tutt’al più si concedeva lo status di isole di libertà intellettuale, ma in fondo lontane dal resto della società. Tuttavia se osserviamo più da vicino le varie espressioni del dissenso – in questo caso …

«Buon compleanno, Ferdinand Vaněk!»

In un ciclo di atti unici scritto da Havel e amici, un dissidente mite e taciturno mette in imbarazzo i concittadini abbagliati dall’ideologia. Onoriamo la memoria del drammaturgo recentemente scomparso presentando questo personaggio che, per certi versi, ne è l’alter ego. → da “La Nuova Europa” 1/2012: